mercoledì 10 agosto 2011

Il veg-caseificio di San Lorenzo

Oggi ho combinato ben poco, ma se non altro finalmente ho fatto delle cose che rimandavo da mesi e mesi (senza esagerare!). Ho fatto finalmente il backup delle foto e dei video dell'iPhone (era zeppo, porello...) con tanto di doppia copia di sicurezza (sì, lo ammetto, sono un pò paranoica), così finalmente ho potuto svuotarlo, sincronizzarlo ed aggiornarlo per bene. Ho risposto ad una mail a cui dovevo rispondere circa 4 mesi fa (sono pessima), ho sistemato un pò di file arretrati, e finalmente mi sono data all'autoproduzione di formaggi vegan!
Era qualche settimana che cercavo il momento buono per cimentarmi nella sperimentazione, ma vuoi per un motivo (mancanza di tempo), vuoi per un altro motivo (mancanza degli ingredienti), non mi ci ero ancora messa. Oggi invece ho avviato un vero e proprio veg-caseificio, lanciandomi nella produzione di ben 5 tipi di veg-formaggi differenti. Non anticipo nulla adesso, perchè devo attendere domani per vedere se i miei tentativi avranno prodotto qualche frutto mangiabile oppure no.
Ma una cosa so già che è andata bene: la produzione della ricotta vegan!
Ci avevo già provato un paio di giorni fa, fallendo miseramente: il latte non aveva cagliato, e io mi ero ritrovata con un pentolino di latte di soia zeppo di aceto di mele e nient'altro.
Leggendo qui e là per Veganblog ho capito dove stava il mio errore: il latte che avevo utilizzato (Isola Bio) aveva una percentuale di grassi troppo bassa, per questo non cagliava. Ho provato quindi ad acquistarne uno differente (Provamel, che ha 2,1 gr. di grassi ogni 100 gr) e finalmente ci sono riuscita!

Ecco come si fa la ricotta vegan:

Ingredienti:
500 ml di latte di soia naturale
due cucchiai abbondanti di aceto di mele (o succo di limone)

Procedimento:
Scaldare il latte in un pentolino su fuoco moderato fino a raggiungere il bollore. Quando bolle, versare l'aceto di mele (o il succo di limone), togliere dal fuoco e mescolare per bene. I fiocchi di latte si staccheranno dal siero giallastro e inizieranno a salire in superficie. Continuare a mescolare finchè tutto il latte non si sarà separato dal siero. Se necessario, rimettere un pochino sul fuoco ed aggiungere ancora un goccino di aceto per far cagliare anche l'ultimo pochino di latte rimasto.
Quando il siero si è separato per bene, scolare il tutto in un colino a maglie fitte, risciaquare velocemente sotto l'acqua per togliere il sapore acre dell'aceto, muovendo un pò i fiocchi in modo da far colare via più liquido possibile.
Lasciare almeno un'oretta i fiocchi nel colino, lasciandoli scolare di tutto il liquido possibile.
Quando vedete che sono belli asciuttini, trasferiteli in una coppetta et voilà, la veg-ricotta è pronta!

Così com'è ha un sapore piuttosto neutro, ma appena si accompagna a qualcosa di saporito diventa buonissima!
Io questa sera l'ho usata per condire la pasta, usando come base la ricetta di Nadir QUI

Ingredienti:
160 gr di Fusilli di farro
50 gr di olive taggiasche denocciolate
30 gr di capperi
30 gr di pomodori secchi
100 gr di ricotta vegan
un mazzettino di erba cipollina fresca
olio evo
sale
prezzemolo tritato

Realizzazione:
Mettere a bollire la pasta in una pentola di acqua salata.
Tritare grossolanamente i capperi insieme alle olive e ai pomodori secchi. 
In una padella antiaderente, mettere a soffriggere a fiamma moderata in un filo d'olio l'erba cipollina pulita e tagliata con una forbice.
Quando profuma per bene, aggiungere il trito precedentemente preparato e lasciar rosolare un paio di minuti, poi aggiungere la ricotta e il prezzemolto, mescolare per bene ed aggiungere un goccio di acqua per rendere il tutto più cremoso. Aggiustare di sale e pepe.
 
 
Quando la pasta è ancora molto al dente, scolarla e farla saltare un paio di minuti nella padella del sugo, in modo da amalgamare per bene i sapori.
Impiattare e decorare con una spruzzata di prezzemolto tritato.
 

Buonissima!!!! *__*
Domani voglio usare la ricotta vegan per preparare il ripieno per la pasta (piatto principale della cena di domani sera!), ma credo proprio che data la rapidità di preparazione e la bontà del risultato finale inizierò ad usarla spesso!!!

E ora aspetto fiduciosa domani per vedere i risultati dell'industria veg-casearia che ho messo in piedi oggi :P

Nessun commento:

Posta un commento